Monica Manganelli

Nata a Parma nel 1977, si diploma in Architettura presso l’Istituto d’arte ‘P. Toschi’ nel 1996, e nel 2002 si laurea in Conservazione dei Beni Culturali all’Università di Parma, specializzandosi successivamente in Scenografia Teatrale al Teatro regio di Parma, e con in Computer Grafica e Digital design.

Inizia a collaborare a numerose produzioni liriche e di prosa, prima come assistente poi come scenografa collaboratrice, e dal 2002 al 2011 lavora per importanti teatri, tra cui il Regio di Torino, La Fenice di Venezia, Teatro Comunale di Bologna, Piccolo Teatro di Milano, Teatro Stabile di Torino collaborando con registi quali Luca Ronconi e Davide Livermore. Dopo quasi dieci anni nell’ambito del teatro, sposta il suo campo d’azione dalla scenografia reale a quella virtuale e collabora con produzioni di film e Visual Effects Studios soprattutto stranieri, occupandosi della creazione visiva di scenari per film e spot. Una delle sue passate importanti collaborazioni riguarda il film CLOUD ATLAS delle sorelle Wachowski. 

Nel 2013 firma le scenografie virtuali al Beijing Music Festival per le celebrazioni verdiane (La traviataRigolettoIl trovatore). 

Nel 2015 firma la regia de LA BALLATA DEI SENZATETTO, il suo primo corto di animazione,con cui partecipa a ben cinquanta festival internazionali, da Cannes fino al LA Shorts Fest, otetnendo la qualificazione agli Oscar 2016, un Nastro d’argento per l’animazione e la candidatura ai David di Donatello. 

Nella  stagione 2016/17 firma le scenografie di ROBERTO DEVEREUX, ANNA BOLENA, MARIA STUARDA, coproduzione fra Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Regio di Parma, Teatro La Fenice di Venezia, e il TURCO IN ITALIA, produzione Teatro Fraschini di Pavia, Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Sociale di Como.

Inaugura la stagione 2018-19 del Teatro Carlo  felice di Genova con una innovativa AIDA, completamente realizzata con scenografie virtuali, che utilizzano tecniche di vfx-effetti digitali cinematografici e animazione.

E’ stata invitata come “special guest” nel 2018 dall’ Iranian School of cinema e dal ministero della cultura iraniano, come unica donna europea a tenere una conferenza dal tema “Cinema in the digital age”. 

Tra i suoi prossimi progetti, nel 2019, la distribuzione del suo nuovo film di animazione come regista e designer, BUTTERFLIES IN BERLIN, che tratta di olocausto e identità di genere per la prima volta insieme nel cinema, in collaborazione con RAI CINEMA. E’, inoltre, in sviluppo con  l’adattamento cinematografico di TURANDOT per la realizzazione di un lungometraggio di animazione tratto dall’ opera di Puccini.