Josè Scanu

JOSÉ SCANU ha iniziato lo studio della chitarra nella sua città, Imperia, all’età di 8 anni, dove ha iniziato la sua carriera artistica, effettuando il suo primo concerto pubblico a Diano Marina nel 1978 alla Biblioteca Civica A.S.Novaro. 

Ha studiato con gli allievi italiani del grande Andrés Segovia, che egli stesso ha incontrato in varie occasioni: Ruggero Chiesa, Oscar Ghiglia, Aldo Minella e Guido Margaria, con il quale si è brillantemente diplomato al Conservatorio “Vivaldi “di Alessandria.

Laureato con lode e dignità di stampa in lettere e filosofia all’Università di Genova con una tesi sui Lieder di Gustav Mahler (relatore il prof. Leopoldo Gamberini), e dopo studi di composizione compiuti con Carlo Mosso e Raffaele Cecconi, ha intrapreso fin da giovanissimo la carriera concertistica sia come solista che in formazioni cameristiche, ospite delle maggiori istituzioni musicali e concertistiche nazionali ed internazionali in Europa, Asia e America, suonando con artisti quali Quartetto di Cremona, Paganini Ensemble, Orchestra Sinfonica di Sanremo, il chitarrista Fabrizio Giudice, il flautista Gianluca Nicolini, i violinisti Federico Vozzella, Giovanni Angeleri, Andrea Cardinale.

Da segnalare che dal 1989 al 2010 ha suonato stabilmente in duo con il violinista Mario Trabucco, curatore del violino di Paganini, il celebre “Cannone”, con il quale ha tenuto tour e concerti in Europa, Russia, Giappone e dirette radiofoniche e televisive, alcune  trasmesse nel circuito Euroradio in 25 Paesi europei, su Radio Tre e nel circuito della Filodiffusione Rai, (tra cui la diretta Euroradio dal Palazzo del Quirinale nel novembre 2004), nonché per numerose emittenti televisive private regionali e nazionali e radio e televisioni estere.

Di rilevanza, nello specifico, l’attività di accompagnatore del “Cannone”, con il quale ha tenuto per vent’anni concerti con il curatore Mario Trabucco in Italia e all’estero.

È il fondatore della Camerata Musicale Ligure in attività dal 1989, con la quale ha effettuato centinaia di concerti, con un repertorio che spazia dal barocco alla musica moderna.

Già direttore e consulente artistico di numerosi festival musicali, è stato curatore scientifico del Fondo-Archivio musicale Edward Neill della Fondazione De Ferrari di Genova.

Scanu ha registrato per la RAI, per varie case discografiche (Philarmonia, DeVega, Raro, Dynamic ), con interventi di docenza all’ Università di Genova e al DAMS. Da segnalare che il cd inciso per la prima volta con il violino di Paganini in duo con Trabucco e dedicato a Paganini (Genova, 1999, DeVega editore) in collaborazione con il Comune di Genova,  ha avuto un notevole successo di vendita con ben tre ristampe e in abbinamento con Il Secolo XIX ha raggiunto una vendita di oltre 10.000 copie; tra i vari attestati di apprezzamento, di rilievo quello ricevuto dal Presidente della Repubblica nel 2004.

Numerosi i premi e i riconoscimenti alla carriera e per la sua attività artistica, tra cui si citano il Premio Regionale Ligure del Presidente della Regione Liguria (2000), il Bigo d’argento conferito dal Sindaco del Comune di Genova (2004) per l’attività svolta con la Camerata Musicale ligure e (2010) per l’attività paganiniana con il violinista Mario Trabucco, il titolo di “ambasciatore della cultura imperiese nel mondo” conferito dal Sindaco di Imperia (2013), e molti altri da istituzioni pubbliche e private, tra cui recentemente il Premio alla carriera conferito il 1 gennaio 2018 dal Sindaco di Diano Marina, in occasione dei 40 anni di carriera artistica iniziata a Diano Marina nel 1978.

Il 9 febbraio 2018 a Palazzo Ducale in Genova, in duo con Andrea Cardinale, in un evento organizzato dal Comune di Genova, da“A Compagna” e Fondazione De Ferrari, ha fatto suonare per la prima volta nella storia il violino di Paganini assieme alla chitarra di Mazzini di fronte a oltre 1200 persone (foto in basso).

Dal 4 al 6 giugno 2018 il duo è stato invitato dal Consolato generale d’Italia a rappresentare Genova e la Liguria alla Festa della Repubblica celebrata a San Francisco (Usa) con tre concerti in cui ha presentato opere di Paganini e Rossini alla presenza del Sindaco di Genova e migliaia di spettatori.

Dal giugno 2012 il Comune di Genova gli ha conferito il prestigioso incarico di valorizzare attraverso esecuzioni periodiche e in particolari eventi istituzionali la chitarra Gennaro Fabbricatore del 1821, liutaio in Napoli, appartenuta a Giuseppe Mazzini. Sono numerosi gli eventi a cui Scanu, in stretta collaborazione con la direzione del Museo, ha partecipato in questi anni, contribuendo alla diffusione della cultura risorgimentale e alla valorizzazione dello strumento, eventi ripresi da diverse trasmissioni televisive della Rai e da numerosi servizi giornalistici di testate nazionali e regionali, anche in rete, oltre che dai media tradizionali. È testimonial di Aquila Corde Armoniche, fornitore delle corde per la chitarra di Giuseppe Mazzini.