Davide Livermore

Davide Livermore (Torino, 1966), è regista d’opera e di prosa dal 1998. Allievo di Carlo Majer, è un convinto sostenitore del teatro pubblico e della funzione di promozione sociale della cultura.

Ha ricoperto tutti i ruoli all’interno del “mestiere teatrale”: è stato attore, insegnante, sceneggiatore, coreografo, scenografo, costumista, direttore della fotografia, oltre a esibirsi come cantante nei più importanti teatri del mondo. Ha collaborato con artisti come Luciano PavarottiPlacido DomingoJosep CarrerasZubin MehtaMirella FreniLuca RonconiAndrej TarkovskijZhang Yimou, Riccardo Chailly e Fabio Biondi.

Dal 2015 al 2017 è stato Sovrintendente e Direttore artistico del Palau de les Arts Reina Sofía di Valencia. Dal 2002 è stato Direttore artistico del Teatro Baretti di Torino, avamposto di militanza culturale che ha portato alla riqualificazione dell’intera zona di San Salvario.

L’esperienza quasi ventennale al Baretti l’ha portato a sviluppare, insieme al compositore Andrea Chenna, una personale forma espressiva nel teatro di prosa, con spettacoli presentati al Teatro Stabile di Torino, al Festival dei Due Mondi di Spoleto, allo stesso Teatro Baretti e nelle stagioni del Piccolo Regio Puccini di Torino. Nel 2019 questa ricerca espressiva è confluita in Elena di Euripide, produzione dell’INDA che con settantamila biglietti venduti ha battuto ogni record di vendita nell’ultra centenario festival siracusano.

Come regista ha lavorato per i più grandi festival e teatri italiani. È l’unico ad avere inaugurato tre volte di seguito la stagione della Scala, raggiungendo nel 2019 il record di ascolto televisivo per un’opera lirica con Tosca (vista in diretta su RAI 1 da 3 milioni di persone); quasi analogo lo share per la recente serata di gala a porte chiuse A rivedere le stelle.

La sua attività l’ha portato ad avere una presenza costante in molti teatri stranieri, tra cui Sidney Opera HouseTeatro Bolshoi di Mosca, Opera di AstanaAcademy of Music di Philadelphia, Teatro Real di Madrid, Euskalduna di Bilbao, Liceu di Barcellona, Opera di MontpellierFestival Radio FranceOpera di AvignoneOpera di ToulonOpera di TourOpera di MontecarloBunka Kaikan di Tokyo, Seoul Arts CenterTeatro dell’Opera di A Coruña, Teatro Arriaga di Bilbao e Teatro de la Zarzuela di Madrid.

Nel 2011 ha inaugurato le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia al Regio di Torino con I Vespri Siciliani, produzione selezionata da Musical America del New York Times come uno dei 10 migliori spettacoli del 2011. Nel 2015 con La Forza del Destino prodotto dal Palau de les Arts vince il Premio Campoamor come migliore spettacolo dell’anno in Spagna. Nel 2016 ha celebrato il 200° anniversario del Barbiere di Siviglia con una nuova produzione per l’Opera di Roma. Nel 2018 ha vinto il Premio della critica francese con Adriana Lecouvreur, produzione dell’Opera di Montecarlo.

Dal 2013 al 2017 è stato Direttore artistico del Centre de Perfeccionament Plácido Domingo di Valencia. Sotto la sua guida, il Centro ha avuto una grande visibilità internazionale, raddoppiando il numero di produzioni e sviluppando significative personalità artistiche, uno su tutti Mattia Olivieri.

A partire dal 2017 si è intensificata la relazione con Royal Opera House Muscat dell’Oman che ha individuato in Livermore la figura idonea per tradurre la western culture in un prodotto di elevata qualità e di alta fruizione per il mondo arabo. Ciò ha portato alla produzione della prima opera omanita intitolata LAKME’ e coprodotta da prestigiosi teatri di 5 continenti diversi quali Sidney Opera House (Oceania), Los Angeles Opera (America), Il Centro Nazionale per le Arti di Pechino (Asia), Opera di Astana (Asia), Teatro dell’Opera del Cairo (Africa), Teatro Carlo Felice Genova (Europa).

Fino al 2019 è stato direttore artistico di Prodea group azienda che cura l’organizzazione di grandi eventi internazionali. Nel settembre dello stesso anno per l’agenzia Balich Worldwide Shows ha diretto la cerimonia di consegna dei FIFA Awards, evento seguito da oltre 700 milioni di persone in tutto il mondo.

Dal 1° gennaio 2020 è direttore del Teatro Nazionale di Genova.

Nel campo educativo, ha svolto la sua attività come responsabile dell’Arte Scenica Scuola del Teatro Stabile di Torino e ha insegnato regia e scenografia presso l’Università IUAV di Venezia. Ha lavorato per Televisione della Svizzera Italiana come regista, sceneggiatore e attore in W Verdi, Giuseppe e nella serie Livermore sciò, per il quale è stato candidato al Prix de la Rose d’Or premio a Montreux nella categoria trasmissioni musicali. Nel 2016 il Presidente Mattarella per mano dell’ambasciatore italiano a Madrid gli ha conferito l’’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine della Stella d’Italia.